mercoledì 17 luglio 2013

Estate...tempo di spannolinamento

Ok, lo so, l'argomento non è proprio fashion, ma anche i bimbi vogliono, in questo blog, la loro parte, e così veniamo ancora una volta ad un agromento dedicato a loro! Prima della fine del nido le tate di Sofia mi avevano detto "Per noi è pronta!", poi è venuto il mare, e li l'ho lasciata "libera", ma con scarsi risultati. Adesso, però, basta, da oggi si riprova: via il pannolino, e che Dio ce la mandi buona ;)

Sono 3 giorni che su internet non faccio altro che leggere consigli sullo spannolinamento, mamme che racontano di difficoltà incredibili, tate che invece rassicurano i genitori dicendo "Nessun bimbo è arrivato a 16 anni col pannolo!"...adesso basta, da oggi iniziamo sul serio, So!

E così vi racconto come, ad arrivare ad oggi, primo vero giorno senza pannolino, ci siamo preparati -io ma tutta la famiglia, in realtà, perchè questo è un vero e proprio lavoro si squadra!- al grande passo.

Come vi ho scritto, prima della fine del nido le tate di Sofia mi avevano detto che secondo loroera pronta per toglierlo - So ha 25 mesi, in perfetta linea con le statistiche che ho letto- e che, se avessimo voluto, avrebbero potuto iniziare loro all'asilo, per poi proseguire noi a casa. Ma diciamocelo, la comodità del pannolino è unica, non me la sono sentita, allora.
Poi è arrivato il mare, la spiaggia, e i costumini che sono più comodi -e igienici- senza pannolo, e così abbiamo iniziato a toglierlo sul lettino di fronte al bagnasciuga, e a rimetterlo appena rientrate a casa.
Quando siamo tornate a Modena, però, il progetto, che ormai aveva preso una certa piega -devo dire, in tutta onestà, che non è che avessimo avuto grande successo al mare, eh!- è naufragato. Fino allo scorso fine settimana quando ho guadrato A. e gli ho detto: adesso o mai più. E così abbiamo dato il via ai preparativi...

Il vasino: lo abbiamo comprato un sacco di tempo fa perchè Sofia occasionalmente lo usa, quindi è un oggetto che conosce bene e che "non la spaventa".
Questo è il nostro, ovviamente ROSA!!!

L'autonomia: da qualche tempo Sofia insiste sul "io sono grande", quindi questo è il nostro cavallo di battaglia nel farle accettare la fine dell'"era pannolo". In più, lunedì siamo andate insieme a comprare le mutandine, molto più facili da autogestire rispetto al body pieno di bottoncini! Tra l'altro, lo shopping con la mamma è stata una bella occasione per stare insieme noi due facendo una cosa "da grandi" di cui lei è stata molto orgogliosa -siamo rientrate tardissimo e lei ha subito detto a papà "Non ti arrabbiare, babbo, ervamo a fare shopping!", che ridere...

Il gioco di squadra: la questione del "togliamo il pannolo" è stata divulgata -con delicatezza e senza che la pupa sentisse, della serie: volevo evitare che pansasse "perchè tutti parlano della mia pipì e della mia cacca??!!"- tra parenti e amici. Volevo che il piano strategico fosse chiaro per tutti: da oggi si fa così, punto. Stamattina, per essere certa che le cose si facessero come stabilito in casa M. ho lasciato a mia suocere un mini-breviario dello spannolinamento di Sofia, spero non mi prenda per una maniaca, ma con quel che ho letto in questi giorni ESIGO strategia comune!


Il metodo: dopo aver parlato con la mia amica Chicca -nonchè super tata di un nido di Modena- ho deciso di adottare per i primi gioni (una settimanina, direi) la tecnica del passaggio graduale -dopo la pipì del mattino, che comunque lei già fa nel vasino, lasciamo So senza pannolo fino a quando non si esce per un giretto. A quel punto si mette il pannolina, che poi si toglie quando si torna a casa. Poi lo mettiamo di nuovo prima del pisolino del pomerigggio, lo togliamo quando ci alziamo, e stiamo senza fino all'ora della nanna- per poi togliere, durante tutto il giorno il pannolo, e rimetterlo solo prima della nanna della sera. In questo modo Sofia si dovrebbe abituare a stare senza "la sicurezza" del pannolo gradualmente, senza però che il fatto di farsi, nel caso, la pipì addosso si ripeta tante volte in un giorno, cosa che potrebbe "mortificarla".
Abbiamo anche deciso che ogni volta che avvisa di dover usare il vasino ci sarà un piccolo premio: uno smartis per premiarla della bravura ;)

La cacca: ecco, su questo argomento ho letto di tutto e di più, e sempre Chicca mi ha detto che questo è uno dei passaggi più delicati, quindi, per ora credo che le chiederò ogni tanto se la deve fare e poi amen, chi vivrà vedrà.

Due, comunque, sono le cose che ho letto un pò dappertutto e che, anche se ovvie, vlgio scrivervi per tenerle sempre in mente:
- mai sgridare il bambino se e quando si fa pipì o cacca addosso
- mai parlare del passaggio al vasino "con il mondo": piacerebbe, a voi, che si parlasse della vostra cacca a destra e a manca??!! Mmmm beh, a pensarci bene averne parlato qui, sul blog, non è proprio il modo per tenere per me la questione spannolinamento, ma fortunatamente SOFIA NON SA ANCORA LEGGERE ;)

baci, baci
C.