lunedì 14 gennaio 2013

La sposa è servita

Emozione emozionissima: oggi accompagnerò la mia amica Alessia a scegliere l'abito da sposa. Non che sia certo che lo troveremo, chiaro, ma il solo fatto di vederla vestita di bianco -anche se non, forse, del "bianco definitivo- mi fa battere il cuore. E così, per partire preparata, mi sto facendo una cultura, che condivido con voi...

Non voglio, qui, riportare i soliti consigli che si trovano su ogni sito che parla di matrimoni e wedding party, ma qualche considerazione che mi è venuta spulciando qua e la, "vergine" del fatto che è la prima volta che seguo così da vicino la preparazione di un matrimonio, ma anche veterana di "Abito da sposa cercasi" su Real Time, e quindi con qualche nozione acquisita alle spalle ;-)

Premettendo il fatto che il tempo che abbiamo a disposizione non è molto -soprattutto visti i suoi ed i miei impegni di lavoro-  e che, in linea di massima, non è mai bene perderlo, la futura sposa ha già dato un'occhiata ai modelli che più le piacciono sul sito dell'atelier bolognese dove andremo oggi, considerando il budget a disposzione e il contesto all'interno del quale il matrimonio è inserito (il castello di Montechiarugiolo, quindi non in chiesa, con tutte le "libertà" che questo comporta), oltre che ovviamente il suo stile personale. Credo che questo, una volta in negozio, ci farà risparmiare tempo, anche se i vestiti, quando li potremo toccare (e vedere) di persona, saranno tutt'altra cosa che vederli on-line!

A dir la verità questa mattina ho guardato anche io il sito, perchè quello che vorrei fare, come "compagna di viaggio" della sposa, è di suggerirle alcuni modelli che lei non ha "notato" e che piacciono a me: siiii, prometto di non farle provare quelli che vorrei PER ME, ma quelli che io vedo per lei...uffi, però!!

Intanto, accanto al fermento per l'abito bianco, prosegue la ricerca spasmodica dei nostri abiti da "damigelle". Non sarà facile trovare qualcosa che soddisfi tutti i criteri che ci ha "imposto" la sposa (tra gli altri abito lungo ma "da giorno", uguale per tutte sia per modello che per colore) ma che piaccia anche a noi (ha provato ad abbozare che ci vorrebbe vestite di giallo...aaaahhh!!!). Ho girato un pò di siti (il più ricco www.lightinthebox.com) e questo è quello che per il momento mi ha attratta di più:



Due modelli sobri, ma che potrebbero andar bene a tutte (siii, Ross, anche a te, ti compri una bella fascetta e via che si va!). Sposa, che dici?
Ne avrei trovato anche un altro, bellissimo, più particolare, ma non riesco più a trovare la foto on-line...appena capisco dove l'ho cacciata ve la pubblico, per ora...

baci,baci
C.

----------------------
ps. Commento a "grande evento" avvenuto (nooo, non il matrimonio, la prova!!!).

Dopo uno smarrimento iniziale -anzi, direi proprio disappunto- dovuto al fatto che per la prima ora e mezzo ci ha seguite una sarta, anzichè la commessa dell'atelier (e non avrei nulla da ridire se la suddetta sarta fosse stata all'altezza, ma mi limiterei al "non aveva un'idea di quel che c'era in negozio ne tanto meno di come farlo indossare" perchè non viglio essere scortese), poi le cose sono migliorate, e così forse -da da da ddddddddaaaaaan- L'ABBIAMO TROVATO (vi posto qui sotto una foto presa dal sito, anche se nn sono certa che sia esattamente lo stesso modello, che solo un ristretto gruppetto di amiche ha avuto l'onore di vedere indossato proprio dalla sposa!)


Detto questo, dato che io mi sono proprio ma proprio divertita, ho suggerito alla sposa qualche altro "giretto" per ampliare un pò la nostra conoscenza del mercato degli abiti da sposa, quindi: tremate, tremate, le damigelle (+ sposa) ancora non si son fermate!!!!